Salvata una “Caretta Caretta”,muore invece il delfino

Posted on aprile 30, 2007

0


BOVALINO– In soli ventiquattro ore, la spiaggia di Bovalino si è resa protagonista di due eventi rari. Il salvataggio di uno splendido esemplare di tartaruga, della specie “caretta-caretta”, da parte degli uomini della Delegazione di Spiaggia di Bovalino e l’arenamento di un delfino. Il magnifico esemplare maschio di “Stenella striata”, lungo 220 cm si è arenato ieri pomeriggio intorno alle 15:30, sulla spiaggia bovalinese nei pressi della sede della delegazione di spiaggia. Se pur i ragazzi della Guardia Costiera di Bovalino insieme al loro Comandante Pittelli, hanno fatto tutto ciò che era loro possibile, per salvare l’adulto delfino, non ci sono però riusciti. Il delfino infatti quando è stato trovato, se pur ancora vivo era però sanguinante e già morente. Lieto fine invece, per la tartaruga “caretta-caretta”. Domenica mattina, sul litorale bovalinese, alcuni pescatori, hanno avvistato in mare la giovane tartaruga, resisi conto dell’evidente stato di difficoltà in cui il piccolo animale marino riversava, hanno chiamato gli uomini della Delegazione di spiaggia. Arrivati sul posto il personale della Guardia costiera, capitanati dal Comandante della Delegazione di Spiaggia di Bovalino Luciano Pittelli, hanno preso in consegna la piccola tartaruga e trasportata subito nei propri uffici, in attesa là, dell’arrivo del dottor Morabito Domenico, del centro turistico studentesco, per le prime cure sulla caretta-caretta. Dai primi accertamenti che il dott Morabito ha effettuato sull’animale, si è potuto capire che, il cattivo stato di salute in cui la tartaruga riversava erano causati, da un attacco da parte di alcuni granchi e parassiti. La Tartaruga è stata poi trasportata al centro Cits per altri più approfonditi accertamenti e cure. Probabilmente nei giro di quindici giorni verrà di nuovo liberata a mare e perché no, proprio a Bovalino, là dove è stata salvata. Importante, è stata la collaborazione dei pescatori con le autorità marittime del luogo, che ha consentito, il salvataggio della piccola tartaruga, esemplare appartenente ad una specie protetta dalla legge italiana. Bello è anche il rapporto che, gli uomini della delegazione di spiaggia sono riusciti in un anno di attività a Bovalino a creare con la popolazione. Sparsa infatti la voce in paese che nella sede della delegazione di spiaggia c’era la pregiata tartaruga – è la prima volta che si recupera un esemplare cosi piccolo, di circa due anni- la sede è divenuta meta di pellegrinaggio, soprattutto da parte di tanti genitori che hanno portato i loro bambini, felici di poter vedere il magnifico esemplare.

A.C.

Annunci