Si è conclusa la XXI edizione del “Pericle D’oro”

Posted on luglio 30, 2007

0


BOVALINO- Ancora una volta il Premio Internazionale “Pericle d’oro”, questo anno alla sua XXI edizione, ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica.L’importante manifestazione bovalinese, ideata, voluta e realizzata dal pittore Domenico Savica, si è articolata Image Hosted by ImageShack.usquest’anno in tre giornate.Nel magnifico scenario di Piazza Camillo Costanzo, sabato sera nella serata conclusiva, sono stati assegnati i premi “Pericle d’oro”, “Ellade”, “Gino Gullace”, “Libro dell’anno” e “Donna dell’anno”. Dedicata alla “Nautica” l’edizione 2007,ha visto la partecipazione delle più alte cariche civili, militari e religiose, le quali, sono state ricevute dal patron della manifestazione, dal sindaco della città Zappavigna e dalle presentatrici della serata, Manuela Moreno, volto del TG2 Rai e Elvira Avagliano segretaria del Circolo Ellade. Premiati con la statuina del “Pericle” gli imprenditori: Antonio Montesanto, “maestro d’ascia” della Calabria, Antonio Ranieri, rappresentante di una delle famiglie di commercianti del settore nautico, Claudio Guaraccio direttore dell’azienda T.A.Mare e Ivo Blandina, socio fondatore dell’impresa portuale Comet srl.A ricevere invece il premio “Ellade” sono stati: l’orafo Michele Affidato, il musicista jazz Francesco Cafiso, la campionessa italiana di sciabola Alessandra Lucchino, l’avv. penalista Nino Marazzita, il Generale Riccardo Piccinni, il Colonnello Antonio Fiano e l’ex capo della Polizia dott. Gianni De Gennaro. Con il premio “Gino Gullace” per il giornalismo sono stati invece premiati i giornalisti: Cristina Bianchino, Matteo Cosenza, Maria Leitner, Simona Rolandi, Mario Maliadò, Anna Maria Terremoto, Alessandro Sgherri, Aldo Varano. Tra tanti autorevoli ed importanti nomi di coloro che hanno ricevuto Image Hosted by ImageShack.usl’ambita statuetta “Gino Gullace”, anche il nostro Direttore Paolo Polichieni, “Per essere una delle voci più significative e più seguite della cronaca calabrese, dove evidenzia le sue qualità professionali e le doti morali e umane di un uomo che pone sempre al primo posto il rispetto della persona chiunque essa sia, senza sacrificare niente alla verità dei fatti”. Il riconoscimento come “Donna dell’anno” è andata alla bella fotografa pubblicista Marianna Santoni. Nelle precedenti serate, presentati da Elvira Avagliano, si sono esibite le giovanissime alunne dell’Accademia musicale “Fryderyk Chopin” di Catanzaro e le ballerine della scuola di danza “Anita” di Bovalino. Infine, c’è stato spazio anche per una sfilata di abiti da sposa. Quest’anno poi una serata, quella di venerdì, dedicata alla cultura, svoltasi ad Ardore Superiore, sotto l’affascinante scenario del Castello medievale, è stato presentato il libro “Teologia e spiritualità” di Antonio Staglianò, direttore e docente dell’Istituto Teologico Calabro in Catanzaro e consulente del Servizio Nazionale della Cei, per il progetto culturale, il quale ha ricevuto anche il premio come “libro dell’anno”.

A.C.

Annunci