Reggina-Atalanta: un pari tra le polemiche

Posted on agosto 26, 2007

0


di Annalisa Costanzo – 26 agosto 2007

Da: RealSoccer.it

REGGINA-ATALANTA 1-1 

REGGINA (4-3-3) – Campagnolo; Lanzaro, Valdez, Aronica, Modesto; Barreto, Cascione, Hallfredsson (dal 69′ Tognozzi); Vigiani (dal 69′ Ceravolo), Amoruso, Joelson (dall’83’ Missiroli). Allenatore: Massimo Ficcadenti.

ATALANTA (4-4-1-1) – Coppola; Rivalta, Talamonti, Carrozzieri, Bellini; Ferreira Pinto (dal 39′ Adriano), De Ascentis, Tissone (dal 52′ Bernardini), Langella (dal 72′ Padoin); Doni; Zampagna. Allenatore: Luigi Del Neri.

ARBITRO: Christian Brighi di Cesena.

MARCATORI: 37′ Amoruso (R), 44′  rig. Doni (A).

AMMONITI: 15′ Zampagna (A), 19′ Bellini (A), 32′ Talamonti (A), 44′ Lanzaro( R), 47′ De Ascentis (A), 2′ Adriano (A), 4′ Tissone (A), 42′ Missiroli (R ).

REGGIO CALABRIA – Alla prima giornata di campionato, Reggina ed Atalanta si dividono un punto ciascono. Uno a uno dunque al Granillo.     Se la scorsa stagione, la squadra del presidente Foti, aveva iniziato il campionato da -15, quest’anno gli amaranto dalla prima di campionato si ritrovano già con un -2 in classifica. Due, sono infatti, i punti negati quest’oggi alla Reggina dal fischietto di Cesena. 

  La gara svoltasi al Granillo non ha segnalato tante occasioni da gol sicuramente il gran caldo afoso ha condizionato e non poco lo svolgimento della partita. Nel primo tempo la Reggina è pericolosa con due tentativi dalla lunga distanza da parte di Barreto e con alcuni buoni inserimenti di Joelson che impensieriscono la comunque buona difesa nerazzurra. L’Atalanta non sta a guardare e ci prova con Doni ma, Campagnolo risponde presente bloccando senza problemi i due tiri del bergamasco. Il primo tempo si conclude a reti inviolate.

 Al rientro dagli spogliatoi, la squadra di Ficcadenti parte bene, con Barreto e Vigiani che riescono spesso ad interrompere il gioco nerazzurro ed a ripartire. Ottima la prova dell’islandese Hallfredsson. La vera occasione della gara arriva però al 28′ con Joelson, ma la punta al suo esordio in maglia amaranto calcia male e manda il pallone sull’esterno della rete. 

I tifosi dagli spalti, intanto chiedono il gol e gli amaranto in campo lo cercano insistentemente. Al 32′ Modesto crossa dalla sinistra per Amoruso che con un signor colpo di testa manda il pallone in rete. Il granillo va in estasi, tutti in piedi per “Nick piede caldo”. 

La gara sembrava essersi chiusa cosi, con il gran gol d’Amoruso ma, gli amaranto non avevano fatto il conto con il trio Brighi-Zampagna-Doni.  Al 44’ Doni si porta avanti, calcia per Zampagna che, trattenuto leggermente dall’inesperto  Valdez, si lascia cadere troppo facilmente, l’arbitro a pochi metri di distanza si fa “fregare” e fischia un calcio di rigore che sicuramente farà molto distutare.  Finisce cosi, con il rammarico degli amaranto, per i due punti negati dal signor Brighi.  Una curiosità: Nicola Amoruso con la rete d’oggi arriva a 29 gol, superando Cozza e diventando cosi il miglior marcatore di tutti i tempi della Reggina in Serie A.

Annunci