Reggina divide la posta in palio con la Lazio

Posted on settembre 30, 2007

0


di Annalisa Costanzo – 30 settembre 2007

REGGINA- LAZIO 1-1

REGGINA: Campagnolo, Lanzaro, Valdez, Aronica, Modesto, Barretto, Cascione, Hollfredsson, Vigiani (dal 27’ st Missiroli), Cozza (dal 10 st Joelson), Amoruso. In panchina: Novakovic, Cherubin, Missiroli, Alvarez, Ceravolo, Joelson, Tullberg. Allenatore: Massimo Ficcadenti

LAZIO: Muslera, Behrami, Stendardo, Cribri, Kolarov, Mudingayi, Baronio (dal 16’ st Ledesma), Mutarelli (dal 1’ st Mauri), Manfredini, Rocchi (dal 30’ st Tare), Makinwa. In panchina: Ballotta, Scaloni, Zauri, Ledesma, Mauri, Tare, Pandev Allenatore: Delio Rossi

Arbitro: Tagliavento di Terni (Assistenti: Stagnoli di Verona, Copelli di Mantova)

MARCATORI: 8’pt Cozza (R); 28’ st Kolarov

Note: Ammoniti: Lanzardo (R), Campagnolo, Kolarov (L), Baronio (L). Espulso. Modesto ( R)

REGGIO CALABRIA – Finisce in parità la gara tra Reggina e Lazio. Dopo le tante critiche giunte a mister Ficcadenti, la Reggina quest’oggi si presenta in campo fin dal primo minuto con il proprio capitano Fratesco Cozza. Ritrovando Cozza la squadra trova lucidità e bel gioco. Partono dunque bene gli amaranto, per nulla intimoriti dai biancocelesti laziali. Ed infatti, al trascorrere soltanto di otto minuti di gioco, la squadra di Ficcadenti trova la via del gol. Da una azione corale del centrocampo e da un perfetto passaggio del rosso Halfredsson a realizzare la rete del momentaneo vantaggio amaranto è proprio il capitano, Cozza. E’ la Reggina ha fare il primo tempo. Alla fine dei primi quarantacinque minuti saranno infatti per gli amaranto tre i tiri pericolosi effettuati in porta, contro un solo tiro della Lazio, al 42’. Il secondo tempo, complice la sostituzione effettuata da mister Rossi, che inserisce Mauri al posto di uno stanco Mutarelli, gli ospiti si fanno più pericolosi. La Reggina riesce a mantenere il ritmo del bel gioco effettuato nel primo tempo solo nei primi dieci minuti di gioco, ed infatti si segnalano al 6’ ed al 9’ le due più grandi occasione da rete per gli amaranto del secondo tempo, con Cozza prima che di sfortuna colpisce la traversa e con Modesto dopo che sbaglia clamorosamente l’impossibile, mandando il pallone fuori. Al 10’ esce Cozza e si può dire che la Reggina in un qualche modo si spegne. Al 28’ arriva il gol pareggio degli ospiti, con Kalarov che dalla distanza di circa 35metri concretizza un grandissimo gol. Dalla realizzazione del pareggio laziale, entrambi le due squadra hanno cercato di portarsi in avanti, ma senza mai riuscire a risultare pericolosi. A fine gara, unanime è il pensiero dei giornalisti ed addetti ai lavori, che il pareggio sta stretto alla squadra amaranto, che avrebbe qust’oggi contro la Lazio, meritato i tre punti in palio. 

Annunci