Lo ScuolaBus a Bovalino non è ancora partito…

Posted on ottobre 17, 2007

0


BOVALINO– Ad mese dall’inizio delle scuole a Bovalino, il servizio ScuolaBus ancora non ha preso il via. E’ vero, dunque, i genitori che qualche giorno fa telefonarono nella nostra redazione per segnalare tale mancanza, avevano ragione. Lo scuolabus non è stato ancora attivato. Il perché? Presto detto. Il Direttore Didattico della Scuola Elementare del centro, ci ha assicurato: “Il Comune si sta attivando per iniziare al più presto tale
servizio. Tempo fa, dal Comune ci hanno fatto avere la domanda di richiesta “di adesione da parte dei genitori allo scuolabus”. Avuta tale domanda, noi, siamo andati classe per classe ed abbiamo chiesto ai bambini chi avrebbe usufruito del
servizio di scuolabus, a chi, ha alzato la mano gli abbiamo dato la richiesta da portare ai propri genitori”. “Non appena si saprà con certezza –a continuato a spiegarci il Direttore- quanti bambini usufruiranno del servizio scuolabus, esso
certamente partirà”. Abbiamo parlato anche con il sindaco Zappaviglia, il quale ha cosi spiegato tale ritardo: “Noi siamo pronti per far partire il servizio. Stiamo aspettando solo di sapere quanti pulmini dobbiamo mettere a disposizione”. “Lo scuolabus quindi –precisa il primo cittadino- non è ancora partito perché ad oggi non abbiamo ricevuto le richieste dei genitori”.
A quanto pare, quindi mancano solo le adesioni dei genitori. Sentiti alcuni genitori, abbiamo però “scoperto” che, ad alcuni di essi, il modello di adesione allo scuolabus, consegnato dalla scuola ai bambini sembra non esser mai arrivata nelle mani di quei genitori. Probabilmente quindi i bambini si sono dimenticati di consegnare a loro il “foglio”, oppure può darsi che, i figli di quei genitori
sentiti erano assenti quel giorno in cui la scuola ha consegnato i documenti. Ma comunque, ci domandiamo: com’è possibile che la domanda di “richiesta trasporto alunni con lo scuolabus” viene consegnato ai bambini -su alzata di mano- e non si è pensato di convocare direttamente i genitori? Ricordandoci sempre che si tratta di bambini di scuola elementare e quindi anche di 5-6anni.  
A quanto pare quindi, il mistero sembra svelato. Il ritardo dell’avvio dello scuolabus sarebbe da attribuire al fatto che, non si sa ancora con certezza quanti bambini usufruiranno del servizio. 

Annunci