inaugurato il centro P.Puglisi

Posted on novembre 7, 2007

0


BOVALINO- Domenica, 4 novembre 2007, alle ore 10, a Bosco S.Ippolito,è stato inaugurato il Centro Educativo “Padre Puglisi”. L’atmosfera nella piccola frazione di Bovalino, era di quelle gioiose. Grandi e piccoli, uomini e donne non sono voluti mancare all’ appuntamento. Un Centro Educativo a Bosco, una zona dove il tempo sembra essersi fermato ed il resto del mondo, sembra essersi dimenticato dei quei abitanti. Ecco che il l’apertura di questo centro diviene adesso per quei abitanti di Bosco S.Ippolito e della vicina Belloro, la speranza per qualcosa in più, una speranza che in tanti, sperano non diventi solo una bella illusione. All’inaugurazione, oltre a Mons. GianCarlo M. Brigantini, vi erano presenti anche le autorità civili e militari locali, ma non solo, consistente è stata la presenza dei giovani, tanti giovani venuti un po’ da ogni parte d’Italia. Realizzato dal Consorzio Evolutivo di Bianco con i fondi del PON- Sicurezza e legalità del ministero, il Centrò Padre Pugliesi che, ha come fondatrice nonché responsabile, una suora,  Suor Carolina Iavazzo, vuole diventare un centro di aggregazione, un luogo dove i ragazzi possono stare insieme. I locali del centro “Padre Puglisi” ospiteranno laboratori artigianali di decoupage, pirografia, pittura su vetro, lavorazione cera legno e gesso, ed ancora una piccola biblioteca, una sala di informatica ed internet point   ed ancora i ragazzi del si potranno cimentare con attività sportive, di teatro, di animazione di strada ed anche di giornalismo, con un piccolo giornalino casalingo che viene fatto direttamente dai ragazzi del centro padre pugliesi. << Il centro –Dichiara  suor Carolina- registra attualmente, la presenza quotidiana e costante di circa 30 ragazzi tra i 12 ed i 20 anni, è pian piano diventato un luogo di incontro e confronto per i ragazzi che, grazie all’utilizzo di metodi alternativi si avvicinano con criticità alle problematiche che caratterizzano la loro crescita. La finalità –conclude la religiosa- è quella di attuare un cambiamento socio-culturale attraverso i giovani del luogo, stimolandoli ad esprimere le loro risorse e a sentirsi “persone”>>.

An.Co.  

Annunci