Bovalino aderisce ai voucher formativi finalizzati dalla Regione Calabria

Posted on gennaio 19, 2008

0


BOVALINO- Voucher formativi per arginare la cosiddetta “fuga di cervelli. A tale progetto, finanziato  dalla Regione Calabria, anche l’Amministrazione Comunale di Bovalino ha aderito per l’assegnazione di sei posti per i voucher formativi da dedicare ai giovani laureati calabresi. <<L’iniziativa – dichiara l’assessore al Bilancio, Finanze e Programmazione, Squillaci- è in linea con il programma politico amministrativo della nostra amministrazione. Ha infatti lo scopo di consentire a giovani laureati calabresi di effettuare uno stage formativo di due anni presso i nostri uffici comunali, che potranno così avvalersi di giovani e qualificate professionalità a beneficio dell’intera collettività. Troppe volte, infatti, abbiamo mestamente assistito alle partenze dei nostri giovani laureati, e troppe volte li abbiamo visti occupare posti di prestigio e responsabilità a beneficio di altre Regioni, Province e Comuni d’Italia>>. Il comune di Bovalino ha assegnerà quindi sei  voucher formativi, di cui: due nell’ area amministrativa, due nell’ area economica, ed altri due verranno assegnati all’area tecnica. Il bando prevede una selezione pubblica per l’assegnazione di 250 voucher formativi nell’ambito del “Programma Stages” al fine di attrarre e trattenere risorse umane essenziali e necessarie per lo sviluppo del tessuto sociale ed economico della Regione Calabria. Vi possono partecipare alla selezione giovani laureati calabresi di età non superiore ai 37 anni, ed il premio d’eccellenza è erogato dal Consiglio Regionale attraverso voucher individuali, di importo pari a 1.000 euro al mese per 24 mesi, finalizzati a sostenere lo svolgimento di stages formativi presso pubbliche amministrazioni. Ogni stage ha durata oraria annuale pare a 1500 ore. Tra i requisiti minimi per concorrere all’erogazione del premio in forma di voucher occorre: essere residenti in Calabria da almeno tre anni alla data di presentazione della domanda; può partecipare al Programma anche chi ha trasferito la propria residenza fuori dalla Calabria per motivi di studio e/o di lavoro ma, in tal caso, l’interessato si impegna a riportare in Calabria la propria residenza entro un mese dall’avvio effettivo dell’attività di stage. Occorre inoltre essere in possesso del diploma di laurea (vecchio ordinamento), di laurea specialistica o di laurea magistrale (nuovo ordinamento), conseguito con il massimo dei voti (110/110), o di altro titolo equivalente rilasciato da università italiana o straniera e attinente agli ambiti tematici di cui al bando di selezione. Non bisogna essere destinatario di borse di studio, contributi o incentivi a qualsiasi titolo attribuiti per la partecipazione al percorso formativo per cui si partecipa alla selezione. L’interessato inoltre non deve essere in conflitto di interessi, anche professionali, con la Regione. Non essere coniuge, parente o affine entro il terzo grado di Consiglieri regionali e di titolari di strutture speciali, ed infine non essere componente di organi statutari di Enti, Aziende o società regionali o a rilevante partecipazione regionale. <<Gli interessati – conclude Squillace assessore comunale bovalinese- potranno ritirare la domanda di partecipazione, visionare il relativo bando e richiedere ogni utile informazione presso l’ufficio segreteria del Comune di Bovalino o scaricare tutta la documentazione dal sito internet della Regione Calabria>>.

ANNALISA COSTANZO

Annunci