Aspettando il derby.Intervista doppia:Amato-Frascà

Posted on gennaio 31, 2008

0


Due squadre con un solo obbiettivo: la Promozione. Un derby, e che derby, sarà quello tra Natile e Bianco. Tre sono i punti che li separano in classifica. Una vittoria, è quella che entrambe le formazioni domani, al comunale di Careri, lotteranno per ottenere, per tre punti che valgono oro. Il Bianco allenato da Silvio Frascà, il Natile da Giuseppe Amato. Due mister, loro, che non si arrendono mai, in settimana, con gentilezza, serietà ma anche simpatia hanno accettato di “subire” la doppia intervista.

Si aspettava la sua squadra in questa posizione di classifica?

Amato: No, ma ci speravamo

Frascà: Pensavamo a far bene, ma questa posizione non ce l’aspettavamo.

Quali erano gli obiettivi della società ad inizio stagione?

Amato: Una salvezza tranquilla

Frascà: La società ci aveva chiesto la salvezza tranquilla.

Quali sono quelli gli obbiettivi in corso d’opera?

Amato: La promozione diretta indubbiamente. Arrivato a questo punto non possiamo sbagliare.

Frascà: Siamo li e ce la giochiamo. Sarebbe adesso da stupidi non giocarcela.

Qual è stata fino ad ora la partita più difficile?

Amato: Quella di San Giorgio.

Frasca: Quella con il Motta.

E quella tatticamente perfetta?

Amato: Contro il Cittanova.

Frascà: Con il Cittanova.

Qual è il suo modulo di gioco preferito e quale invece deve adottare con la squadra?

Amato: Il mio è il 3-5-2. Con il Natile vario da 3-5-2 a 4-4-2 ad 4-3-1-2,  dipende dall’avversario.

Frascà: Il 4-4-2, mi da più soddisfazione anche perché da più copertura ed equilibrio. Con la squadra adotto sia il 4-4-2 che il 3-4-1-2.

Un difetto e un pregio della sua squadra?

Amato: Difetto, sicuramente è che sbaglia troppe occasioni sotto la porta. Il Pregio è la difesa, non di fatto nelle ultime undici partite ha preso solo due gol.

Frascà: Difetto è che subiamo molto sulle ripartenze degli avversari. Un Pregio è che ci sappiamo esaltare nelle difficoltà

Un difetto e un pregio del Bianco/Natile?

Amato: Un difetto del Bianco è secondo me la difesa. Il Pregio è una squadra molto forte tatticamente e fisicamente.

Frascà: Difetto è forse il fatto che hanno gli undici giocatori che compongono l’ossatura della squadra sono fortissimi, ma se uno di loro manca, non hanno ricambi adeguati ai titolari. Pregio è che non mollano mai. Mi piace la compattezza della squadra ed il sacrificio è una bella cosa specialmente nei nostri campionati

Cosa sta facendo la differenza in questo campionato tra voi ed il Bianco/Natile?

Amato: Non togliendo niente al Bianco,ma secondo me noi siamo una squadra con gli attributi, con quella forza caratteriale di andarci ad imporre sia in casa che fuori.

Frascà: Noi abbiamo usufruito della nostra rosa più ampia nei momenti difficili, mentre loro hanno sopperito i momenti difficili con grinta ed attaccamento alla maglia, che anche noi abbiamo, però noi, abbiamo avuto anche qualche soluzione in più

Qual’è il calciatore del Bianco/Natile che teme di più?

Amato: Temo più l’insieme che il calciatore, è una squadra dove si vede la mano di Silvio. Se devo dire un calciatore, dico Pitasi.

Frascà: Temo tutta la squadra del Natile. Carbone e Frammartino con una giocata possono risolvere una partita.

Come finirà questo campionato: Faccia una classifica delle prime cinque squadre?

Amato: Natile, Cittanovese, Bianco, San Fili, San Giorgese

Frascà: Mi riservo  –sorride- egoisticamente spero che lo vinca il Bianco.                                                 

Un aggettivo per definire mister Frascà/Amato?

Amato: Puntiglioso. Nel senso che valgano le sue cose e non cede a compromessi.

Frascà: E’ una persona seria e simpatica, con cui abbiamo sempre parlato di calcio.

ANNALISA COSTANZO

 

Annunci