Il presidente Morabito incontra i sindaci a Bovalino

Posted on febbraio 20, 2008

0


BOVALINO- Due ore intense, sono state quelle vissute ieri mattina, nella sala del comune di Bovalino. Sede, scelta dal presidente della provincia Morabito per la terza tappa del “Tour di ascolto”. Un incontro, quello di ieri, dove i rappresentanti delle amministrazioni locali, hanno portato a conoscenza delle Foto www.annalisacostanzo.wordpress.com istituzioni presenti i “problemi”delle proprie comunità. Ma, andiamo per ordine. Al tavolo della presidenza, oltre al Presidente della Provincia dott. Morabito ed al Segretario particolare Laganà, c’erano anche l’assessore regionale l’On. Frasca, l’assessore provinciale all’agricoltura Scali, i consiglieri provinciali Giugno e Sergi ed il Sindaco di Bovalino Zappavigna. Come amministratori erano invece presenti, i sindaci di: Ferruzzano, Bianco, Samo, Antonimia, Portigliela, Casignana, Ardore, Caraffa, Africo. Presenti anche, il vice sindaco di Locri, il vicesindaco di Ardore, ed
un assessore di Brancaleone Sant’Ilario.
La discussione, introdotta dal sindaco di Bovalino, è stata ampia. Dopo i saluti di rito, il primo cittadino bovalinese è andato subito al sodo, esponendo al presidente Morabito quelli che sono i mali del proprio comune. <<Stiamo vivendo come territorio un dramma, quello della rete fognante consortile dei comuni di: Bovalino, Casignana, Bianco e Benestare.
Questo territorio è zona turistica e non si può affrontare una nuova estate con questo grave e quotidiano problema. Inoltre, occorre una maggiore manutenzione per le strade. Pregerei lei e l’On Frascà per un impegno in più per la strada Bovalino- Bagnara>>. I punti toccati dal primo cittadino sono stati condivisi anche dagli altri amministratori. Tutti gli amministratori che hanno preso la
parola hanno, infatti, lamentato il problema “strade” e la scarsa manutenzione di esse: <<Vorrei che lei presidente si facesse una passeggiata per le nostre strade, per constatare le condizioni, che, ancora sono come al tempo di Mussolini>> ha ironizzato il sindaco di Samo.
Strade, depuratore e problema fiumare abbandonate sono stati i punti toccati anche dall’assessore di Brancaleone. Le infrastrutture dunque hanno tenuto banco nella discussione. << La segnaletica stradale non è mai stata aggiornata>>, ha precisato il sindaco di Portigliola. Ma anche, una richiesta, quella del sindaco di Ferruzzano, per intervenire in difesa delle coste. Un filo di polemica giunge dal primo cittadino di Antonimina: <<Sto ascoltando i problemi delle infrastrutture, però vorrei sentire cosa la provincia ha in programma. Vorrei che da questo convegno uscisse un programma. La locride è disagiata e lo sappiamo, ma vorrei sapere quali sono i progetti in programma>>. <<Ovviamente noi abbiamo programma e progetti –gli risponde il presidente Morabito- ma per avviarli occorre sentire i vostri problemi. Noi, amministrazione provinciale e voi, comuni, abbiamo lo stesso obbiettivo, quello
di una crescita equilibrata del territorio. Noi –conclude il presidente- assumiamo l’impegno di collaborare con le amministrazioni, però voi amministratori dovete svolgere il ruolo d’attori. Fateci le vostre segnalazioni noi siamo disponibili >>.

ANNALISA COSTANZO

Annunci