Inaugurato il Circolo della Libertà “Zaleuco”.

Posted on febbraio 26, 2008

0


BOVALINO – Si è costituito a Bovalino il Circolo della Libertà “Zaleuco”. Presieduto dall’ avv. Giuseppe Serrano, assessore ai lavori pubblici e contenzioso del comune di Bovalino, il circolo è stato inaugurato sabato 23 febbraio. «L’inaugurazione del circolo – dichiara il presidente Serranò – è un fatto politico importante per l’intero comprensorio, infatti esso rappresenta l’incontro tra un gruppo di persone che operano insieme per affermare valori universali di libertà, uguaglianza, famiglia, solidarietà proponendo un nuovo soggetto sociale, ispirato ai principi della democrazia liberale, che possa condizionare positivamente la politica del nostro Paese. Siamo aperti al dialogo e ad eventuali collaborazioni con i partiti, i sindacati, le associazioni. Se vorranno sostenere -ha proseguito l’avvocato -le nostre battaglie, saremo felici di averli come alleati. Il Circolo non è strutturato come un partito, ma nasce per rappresentare il cittadino comune. Vogliamo cosi far sentire la presenza dei calabresi nelle scelte di governo di una terra afflitta da mille problemi. Siamo consapevoli che lo sviluppo debba necessariamente passare attraverso il rinnovamento della politica, che fino ad oggi è stata capace solo di creare posti per la “casta” senza preoccuparsi di ascoltare la gente comune». L’inaugurazione è avvenuto alla presenza del coordinatore regionale dei Circoli della Libertà Franco Manduca, dei rappresentanti di altri Circoli della Provincia, dei soci fondatori, del Sindaco di Bovalino Francesco Zappavigna, e di alcuni assessori e consiglieri Comunali della Locride. «Circoli –spiega l’ Avv. Manduca -nascono con il preciso scopo di dar voce a tutte quelle persone che non trovano più un’adeguata rappresentanza nei vecchi rituali della politica ed in particolare in questo Governo. Il Circolo che si inaugura questa sera – conclude Manduca – è luogo di dibattito e di intervento, in cui si producono atti concreti finalizzati a presentare, ad esempio, richieste di referendum, ma anche petizioni all’Unione Europea o disegni di legge di iniziativa popolare, strumenti finora poco o male utilizzati». Tra i fondatori del circolo della Liberta bovalinese vi c’è anche, Squillaci, assessore al bilancio del comune di Bovalino, che spiega: « Abbiamo inteso intitolare il Circolo a Zaleuco, primo legislatore d’occidente, per dare un messaggio forte, perché desideriamo che la società in cui viviamo ed in cui vivranno i nostri figli si poggi su regole ben precise e quindi sulla legalità».
ANNALISA COSTANZO

Annunci