A San Luca anche i ragazzi di Duisburg

Posted on marzo 14, 2008

0


SAN LUCA- Dopo i giovani  di Bruxells, saranno i ragazzi di Duisburg a visitare il paese che fu di Corrado Alvaro. Il viaggio dei giovani di Duisburg nella Locride, previsto dal progetto “Kalabriens’s Locri in Duisburg – Holden incontra il Teatro” avrà come luogo privilegiato di visita e incontro le scuole, in particolare quelle delle città di Locri e di
San Luca. Proprio a San Luca la delegazione di Duisburg sarà presente lunedì dalle ore 15, per incontrare i giovani del paese e visitare il museo dedicato a Corrado Alvaro. « Siamo molto felici di ricevere la comitiva di Duisburg – dichiara il sindaco di San Luca, Giuseppe Mammoliti-  Con loro, faremo un giro a piedi per il paese per poi portarli a visitare la casa di Corrado Alvaro. Giorno 11 marzo abbiamo ricevuto i ragazzi di Bruxells, è stato questo un incontro favoloso. Li abbiamo portati nel cuore del parco nazionale dell’Aspromonte –continua a dichiarare il sindaco di San Luca- ci sono stati dei volontari che al rifugio di San Giorgio di Pietra Cappa hanno fatto un grande buffet, abbiamo mangiato tutti insieme e ci siamo divertiti. E’ stato bello vedere come i nostri ospiti sono rimasti sorpresi sia dell’ospitalità e sia della bellezza dei luoghi incontaminati. Importante è stato anche il fatto che con noi era presente anche una rappresentanza della stazione dei carabinieri di San Luca al comando del maresciallo Venezia, il vice prefetto il dottor Priolo e tanti altri importanti presenze». Salutati i ragazzi olandesi, San Luca ed i suoi ragazzi attenderanno adesso per lunedì l’arrivo della delegazioni di Duisburg.  « Si nota un’effervescenza particolare tra gli alunni –  dichiara il preside della suola media di San Luca, il prof. Giuseppe Maviglia- già nei giorni scorsi i ragazzi chiedevano e volevano sapere come e quando sarebbe avvenuto quest’incontro. Appena tre giorni fa il paese ha ospitato una delegazione di giovani proveniente da Bruxelles ed è stata la prova di come, messi a contatto con altre realtà i nostri ragazzi siano capaci di familiarizzare e superare anche gli ostacoli linguistici. La visita, che ha condotto le due scolaresche sul monte Kappa, si è rivelata un vero momento di scambio e di gioia. Gli studenti si sono facilmente mischiati e addirittura sono scesi tutti insieme su un solo autobus dopo la scampagnata. È la prova che lavorando insieme e seriamente con i giovani e loro famiglie si possono avere dei risultati. Sono sicuro che saranno gli stessi positivi riscontri che avremo in occasione della visita degli ospiti di Duisburg». Non ha dubbi il prof Maviglia la scuola sanluchese ha però bisogno anche di altro: « Quello di cui la scuola ha bisogno, invece,  è di attenzione ed aiuto anche per riuscire a ottenere strutture più nuove ed invitanti. Sono sicuro che in questo caso sarà facile convincere i giovani che è necessario averne rispetto e conservarle al meglio. Un aiuto vero per l’opera che si sta portando avanti sul territorio viene sicuramente dalle mamme. Loro sono la parte genitoriale più aperta al dialogo e pronta a partecipare alle attività che la scuola di volta in volta propone. Giorno per giorno ogni sforzo da parte di istituzioni famiglie e scuola deve puntare a fare uscire i ragazzi dalla logica dell’emergenza e della vita in trincea, che comunque qui si respira. I nostri ragazzi – conclude il preside- hanno bisogno di diventare cittadini attivi e di conoscere le regole e l’importanza del loro rispetto per la vita in comune. Questa è la nostra
battaglia e in questo senso il progetto  “Kalabriens’s Locri in Duisburg – olden incontra il Teatro” assume una notevole rilevanza». 

ANNALISA COSTANZO

la foto è stata presa dal sito
http://www.melitoonline.it

Annunci