Serie A – Cozza regala tre punti d’oro alla Reggina

Posted on aprile 27, 2008

0


Da: RealSport.it Serie A – Cozza regala tre punti d’oro alla Reggina
di Annalisa Costanzo – 27/04/2008

REGGINA-PARMA 2-1

Reggina (3-4-2-1): Campagnolo, Valdez (30′ pt Costa), Cirillo, Aronica, Vigiani (17′ st Stuani), Barreto, Tognozzi, Modesto, Brienza, Cozza (26′ st Cascione), Amoruso. A disp. Novakovic, Hallfredsson, Missiroli, Joelson. All. Orlandi.

Parma (4-4-2): Bucci, Coly, Paci, Rossi, Zenoni, Dessena (33′ st Martinez), Morrone, Cigarini, Antonelli, Reginaldo, Lucarelli (38′ st Prijovic). A disp. Pavarini, Anelli, Parravicini, Moretti, Lorenzini. All. Cuper.

Arbitro: Saccani di Mantova

Marcatori: nel pt 25′ Cigarini (rig.); nel st’ 11′ e 20′ Cozza

Note: Espulso Paci per doppia ammonizione. Ammoniti: Dessena, Cigarini, Cozza, Zenoni.

REGGIO CALABRIA – Vittoria doveva esser e vittoria è stata. La Reggina, nel suo stadio, lo stadio Oreste Granillo, si aggiudica i tre punti in palio nello scontro salvezza contro il Parma. Gli amaranto dunque sorridono mentre sono i ducali a piangere.

Una vittoria meritata quella dei ragazzi di mister Orlandi, che, fin dai primi minuti di gioco hanno cercato di imporre ai propri ospiti la legge del Granilo. Goleador della giornata è Ciccio Cozza. E’ sempre lui, il centrocampista di Cariata, colui che questa maglia amaranto la considera una seconda pelle, è lui sempre lui che in un modo o in un altro alla fine risulta il “Salvatore” della Patria, può stare in panchina, in tribuna, ma quando poi scende in campo, segna e vince.

Dopo mesi e mesi, l’Oreste Granillo, ha risposto presente al richiamo della Reggina. Ventimila mila spettatori che hanno incitato costantemente la squadra. Prima della gara, l’atmosfera fuori il Granillo, e dentro il cuore del tifo amaranto, la curva sud, vi c’era tensione ma anche altrettanto fiducia.

Inizia la partita e dopo i primi minuti di gioco di marca amaranto, sono Barreto prima e Brienza dopo coloro che, chiamano, nei primi quindici minuti, in causa il portiere ospite Bucci che però, con due parate salva il risultato. La Reggina gioca decisamente meglio, dei propri ospiti ma, alla prima ed unica occasione gialloblu, Cirillo probabilmente con una gran dose di ingenuità stende Reginaldo nell’area di rigore. Il direttore di gara Saccani decreta la massima punizione. Dagli undici metri Cigarini, non sbaglia, spiazza Campagnolo e porta la propria squadra in vantaggio.

Il primo tempo si conclude con gli ospiti in vantaggio. Nella ripresa è sempre la Reggina a fare la partita con i ducali che provano a contenere le folate amaranto. Ma, con lo scorrere dei minuti di gioco, gli amaranto si fanno sempre più pericolosi. Al 54′, da una ripartenza con palla al piede dalla difesa, Paci perde il pallone e nel tentativo di recuperarlo, entra con il piede a martello su Costa. Saccani fischia ed estrae il rosso. Tra i fischi esce Paci e si conclude cosi, praticamente anche la partita del Parma.

La Reggina fa suo il campo e dopo due minuti, al 56’ Cozza porta il risultato in parità: il capitano amaranto abile a sfruttare la respinta sulla linea di Rossi dopo colpo di tacco di Amoruso, insacca in rete. Gli amaranto si portano in parità e premono alla ricerca della vittoria.

Dieci minuti dal gol, al 65’ è ancora la Reggina ad andare in vantaggio ed a far “saltare” l’Oreste Granillo. Marcatore ancora lui, Cozza, autore del gol-partita che, da fuori area fredda Bucci e regala tre punti che portano una boccata di ossigeno ed una gran dose di speranza alla squadra del presidente Foti.

“Finalmente abbiamo giocato una patita con il cuore e quando oltre testa e gambe c’è anche il cuore allora la partita si vince” dichiara a fine gara Don Giovanni Zampagliene, gran tifoso amaranto sempre presente in tribuna stampa.

Annunci
Posted in: Archivi