San Luca: Primo consiglio comunale dell’era Giorgi

Posted on maggio 4, 2008

0


SAN LUCA- Mercoledì scorso, presso la palestra della Scuola Media, è andato di scena il primo consiglio comunale dell’era Giorgi. Ordine del giorno composto da solo due punti: l’esame delle condizioni degli eletti a norma; Comunicazioni da parte del sindaco delle avvenute nomine dei componenti della giunta, dei vicesindaco e presentazione degli indirizzi generali di governo. L’atmosfera è stata delle grandi occasioni. Folta è stata la partecipazione di pubblico che ha fatto da cornice all’inizio dei lavori dell’amministrazione. Insieme al sindaco Zito presidente dei sindaci della locride, tanti i sindaci dei paesi limitrofi presenti, in sala. Ospite d’onore, l’onorevole Aurelio Misiti.  Dopo la procedura di appello, eseguita dal segretario comunale, il consiglio ha preso ufficialmente vita. La parola è passata subito al primo cittadino, che ha ricordato temi e  progetti che la nuova amministrazione andrà a realizzare  nei prossimi anni. «Grande attenzione –dice Giorgi- verrà posta nella realizzazione di attività volte a dare una immagine reale di San Luca, distorta a seguito dei recenti e tristi avvenimenti che hanno colpito la nostra comunità, che vanno assolutamente condannati, ma che non ha tenuto conto del fatto che la quasi totalità della popolazione sanluchese è costituita da persone oneste e laboriose, amanti della legalità e del vivere civile». In tema di lavori pubblici: «Particolare attenzione sarà rivolta per l’attuazione di interventi di pavimentazione del centro abitato. In temi brevi, verranno adottati i provvedimenti necessari per la modifica del piano regolare comunale, prevedendo zone di sviluppo urbano ed insediamenti per lo sviluppo di imprese».  Se pur i toni sono stati pacati e sereni, non sono mancate le dovute “note” polemiche. «Lei sindaco ha una maggioranza straordinaria- fa eco l’ormai ex sindaco Giuseppe Mammoliti- che può quotidianamente deliberare e prendere decisioni in assoluta autonomia e responsabilità. Noi, gruppo di minoranza, di volta in volta valuteremo, studieremo, analizzeremo e voteremo o meno i punti all’ordine del giorno in base all’importanza e allo giovamento che possono comportare per la collettività sanluchese. Abbiamo lavorato cinque anni per San Luca e continueremo a farlo». La nuova amministrazione potrà contare su un “fascicolo” di progetti ereditati e consegnati pubblicamente durante il consiglio dalla precedente amministrazione. «Abbiamo riconosciuto – continua Mammoliti- immediatamente la sconfitta elettorale, tanto è vero che già martedì 15 aprile, subito dopo la proclamazione degli eletti eravamo pronti a dare le consegne. La disponibilità immediata alle consegne era dovuta alla consapevolezza e allo scrupolo di fare ripartire immediatamente la macchina burocratica cittadina nell’esclusivo interesse della comunità. Abbiamo dato alla nuova amministrazione informazioni relative ai vari progetti in itinere e da bandire nel breve periodo. Sarebbe opportuno -conclude Mammoliti- dare seguito all’azione intrapresa dalla nostra amministrazione anche per la costruzione del nuovo depuratore comunale».

ANNALISA COSTANZO

 

Annunci