Movimento Donne di San Luca nessun ipotetico sfratto, nessun ipotetico attentato

Posted on giugno 19, 2008

1


SAN LUCA-  << Ho cancellato la scritta solo per dimostrarle che la casa è mia >>> dice Caterina Pizzata, proprietaria dell’immobile che ospita la sede del movimento “Rosa” donne di San Luca.

A ri-pitturare la facciata della sede dove vi c’era anche la scritta “Rosa movimento donne di San Luca”, è stata dunque la stessa proprietaria dell’edificio, la quale, tra l’altro, è bene precisare non ha mai ricevuto mensilità dell’affitto da parte del movimento, e dopo ripetute richieste alla signora Canale di stipulare un contratto oppure la restituzione delle chiavi dell’immobile, non avendo però mai ricevuto risposta positiva in un momento di rabbia ha cancellato la scritta. L’anziana, non pensava però che tale gesto poteva apparire come un atto intimidatorio.
Intanto ieri, presso la prefettura di Reggio Calabria si è tenuto un incontro tra il prefetto, dottor Musolino, la presidentessa del movimento donne di San Luca Rosi Canale, il parroco di San Luca Don Pino Strangio ed il sindaco di San Luca Sebastiano Giorgi, proprio lui, dopo tale incontro si dice soddisfatto: <<E’ stato un incontro positivo perché si sono chiarite delle situazione che stavano danneggiando anche l’immagine di San Luca>>. E’ quando dichiara il primo cittadino di San Luca <<Non cosa vera – continua inoltre- è che la dottoressa Canale ed il movimento hanno subito un atto criminale. La scritta non è stata cancellata per atto vandalico ma solo per una questione di rapporti tra privati. La signora Pizzata proprietaria dell’immobile ha espresso la volontà di avere la casa libera, ed allora, il comune si attiverà per trovare un locale per il movimento delle donne sanluchesi e metterà a disposizione del movimento anche qualche iniziativa>>.  <<Chi parla di volontariato –continua ancora il sindaco Giorgi- e chi parla a parole di solidarietà deve venire a San Luca  e vedere le cose come stanno realmente prima, di dare la solidarietà, perché i cittadini di San Luca non hanno mai trattato male nessuno, la dottoressa Canale è stata ospitata e voluta bene e lo sarà ancora in futuro. Chi ha voluto falsare lo svolgimento dei fatti non sono stati i cittadini di San Luca e neanche l’amministrazione che io rappresento>>. Dunque conclude il sindaco Giorgi:<<Questa riunione alla prefettura è stata salutare, ha chiarito tante cose. Noi dobbiamo lavorare per il bene della collettività saluchese, c’è questo un progetto San Luca che deve andare avanti e tutti siamo impegnati e lo saremo per la sua totale realizzazione. Abbiamo invitato la presidentessa Canale a tornare a San Luca ed ha lavorare realmente per il Movimento>>

ANNALISA COSTANZO

Annunci