SAN LUCA: Nell’ambito del progetto legalità premiati i Carabinieri

Posted on luglio 10, 2008

0


maresciallo Mercurio, comandante maresciallo Venezia, capitano Caputo, brigadieri Memola e Pecone

Da sinistra: maresciallo Mercurio, comandante maresciallo Venezia, capitano Caputo, brigadieri Memola e Pecone

SAN LUCA– A Polsi per premiare la legalità. Si potrebbe semplificare cosi,  la quinta edizione del progetto legalità in memoria di Paolo Borsellino che, si è svolto ieri presso il santuario della Madonna di Polsi. Premiati e protagonisti indiscussi della splendida giornata trascorsa nel cuore dell’Aspromonte, sono stati i Carabinieri della Stazione di San Luca e  gli alunni della scuola media del paese aspromontano. Poco pubblicizzato, ma ben riuscito, il convegno è stato promosso dall’amministrazione comunale, in collaborazione con la provincia di Reggio Calabria, dell’ente Parco Aspromonte  Nazionale e dal Santuario di Polsi. Ai saluti iniziali del sindaco di San Luca Sebastiano Giorgi, del rettore del santuario di Polsi Don Pino Strangio e del Dirigente dell’istituto Comprensivo di San Luca Maviglia, hanno fatto seguito gli interventi di: Tripodi assessore provinciale all’urbanistica e territorio, Turci assessore provinciale alle politiche sociali e Nucera assessore provinciale Pubblica Istruzione, ha concluso i lavori il vice prefetto  e coordinatore del progetto per San Luca Giuseppe Priolo. Presente anche il capitano della compagnia di Bianco Andrea Caputo. Come detto, protagonisti, insieme ai Carabinieri, sono stati anche gli alunni dell’Istituto comprensivo di San Luca che, durante l’anno scolastico, hanno svolto dei temi e progetti sulla legalità. Doveva esser premiato il miglior tema ma l’amministrazione e gli insegnanti dell’istituto, dopo aver letto i testi scritti dai ragazzi, hanno deciso di premiarli. E ieri, presso la sala convegni del Santuario, uno per uno i ragazzi e le ragazze di San Luca, hanno ritirato la loro pergamena. Il riconoscimento è andato anche e soprattutto ai carabinieri della locale stazione, quali: il comandante della stazione di San Luca, maresciallo Maurizio Venezia con il maresciallo Luigi Mercurio e gli appuntati Leonardo Pecone ed Antonio Memola: <<Quale apprezzamento – si legge nella motivazione del premio-  e gratitudine, per il lodevole servizio che quotidianamente ha svolto tra la gente del luogo con la quale ha saputo instaurare un rapporto umano e professionale, anche in presenza di avvenimenti che hanno colpito la nostra comunità e che hanno posto tutti noi a pressione mediatica nazionale e internazionale.  Il predetto graduato, mirabilmente coordinato dai suoi Comandanti Superiori, con costanza, umanità, sacrificio ed alto senso del dovere, ha saputo guadagnarsi la stima ed il rispetto della popolazione locale, facendo diventare, dopo tantissimi anni, l’Arma dei Carabinieri un importante punto di riferimento delle tante persone oneste e laboriose di cui è costituita la nostra comunità e delle  istituzioni locali, con la quale si è instaurato un reciproco rapporto di collaborazione. Per tutti questi motivi espressi, l’amministrazione comunale di San Luca è concorde nell’attribuire al predetto graduato una tarda ricordo>>. L’amministrazione comunale ha inoltre premiato, Don Pino Strangio, per il grande impegno dimostrato nel difendere la comunità di San Luca. Dopo la cerimonia, istituzioni civili militari e religiosi insieme ai bambini di San Luca hanno gustato il pranzo tipico di Polsi.

ANNALISA COSTANZO

Annunci