Bovalino,bucate le ruote a Padre Adriano. La sua testimonianza.

Posted on marzo 18, 2009

0


BOVALINO- Dopo le gomme tagliate all’auto di Padre Adriano, lo stesso gesto è stato perpetrato ai danni dell’auto di una Catechista di Bosco S.Ippolito. Due gomme tagliate e la carrozzeria rigata.<<Non è stata la prima volta che lo facevano  a me. Era da un pezzo adesso che non succedeva, di solito le gomme me li gonfiavano soltanto, sabato invece l’hanno proprio tagliata>>. A parlare è Padre Adriano, parroco nel chiesa San Martino di Bosco S.Ippolito, frazione di Bovalino. <<Era la sera di sabato 7 –racconta- ed eravamo in parrocchia dove facciamo l’eucarestia dalle 20 alle 22, siamo una ventina di persone del movimento Catecumenale. Finito l’incontro, ognuno di noi è andato alla propria auto e in quel momento mi sono accorto di avere la gomma a terra, i ragazzi che c’erano mi hanno aiutato a cambiarla, ma non immaginavo fosse stata bucata. Quando l’ho portata ad aggiustare, il gommista mi ha detto “Padre guardi che la gomma è gliel’hanno tagliata”, e mi ha fatto vedere il taglio>>. Un taglio di circa di due centimetri. <<E’ un gesto che fa tanto male, disorienta, ma è ancora più preoccupante che lo stesso gesto è stato compiuto anche ai danni di una catechista>> e racconta <<Sera di lunedì 16 eravamo in parrocchia per la Catechese, eravamo adulti e anche dei ragazzi, quando abbiamo finito e ce ne stavamo andando abbiamo visto che un’altra auto era stata presa di mira con due gomme tagliate e l’auto rigata. Passi per me ma perché anche alla catechista?>. E cosi il parroco ha  deciso di fare la denuncia: <<Mi sono sentito in dovere di farlo per la catechista, queste persone fanno un lavoro per la chiesa gratis. Sono andato al commissariato di Polizia per fare la denunciare, ma non volevano farmela fare perché occorreva l’interessata, alla fine sono riuscito a esporre denuncia e il giorno sono andato anche dai  Carabinieri>>. <<Occorre più controllo a Bosco –dice padre Adriano- perché la sera succede di tutto, non serve che le forze dell’ordine passano soltanto da Bosco, occorre la loro presenza, che non c’è>>. Padre Adriano è arrivato nella parrocchia di Bosco S.Ippolito dopo la morte dell’amato Padre Donato. Probabilmente, il parroco venuto dal Veneto sta ancora tutt’oggi pagando il fatto di essere il successore di un parroco che ha fatto la storia della frazione. Infatti, fin dall’inizio del suo insediamento Padre Adriano non è stato accettato da una parte di comunità, i perché sono sconosciuti, il sessantatreenne appartenente all’ordine dei Francescani è infatti persona estremamente umile, di poche parole, ma dallo sguardo e sorriso che si illuminano quando sull’altare celebra la Santa messa: <<Non sono venuto a Bosco ad arricchirmi –dice- prendo quelle duecento euro di sostenimento, e tutto il resto è della parrocchia, ogni cosa la pubblico sul foglio delle notizie>> Lo sguardo del parroco è adesso triste e stanco: <<Speravo – dice ancora- che ci fosse l’appoggio delle nostre suore ma non c’è stato, e se a compiere quei gesti sono stati dei ragazzi, vorrei che questi fossero più rispettosi>>. Atti vandalici o semplici dispetti? Non si sa. Di  certo occorre far luce su questi fatti.

Annalisa Costanzo

Annunci
Posted in: Archivi