Bovalino: “Si” al bilancio di previzione 2009

Posted on maggio 16, 2009

0


BOVALINO- IL Consiglio comunale bovalinese ha approvato nell’assise di venerdì il bilancio di previsione per il 2009. Un consiglio dai toni pacati e dalla poca discussione, infatti, dei sette punti all’ordine del giorno, solo gli ultimi due hanno catturato maggiormente l’attenzione: “Il bilancio di previsione 2009” (la minoranza ha votato contraria), ed il “bilancio di previsione 2009 e bilancio pluriennale 2009/2011 dell’azienda speciale “Bovalino Multiservices”, dove la minoranza con compostezza, prima di iniziarne la discussione ha abbandonato l’aula. «Il taglio di circa 180.000,00 – ha relazionato l’assessore Squillaci- di trasferimenti ordinari dello Stato ha trasformato il bilancio di previsione in un vero e proprio “manuale di sopravvivenza”. Malgrado tutto – dice Squillaci- siamo riusciti nel difficile compito di redigere un documento contabile dignitoso, che garantisce i servizi essenziali ai cittadini, che per l’ennesimo anno non prevede aumenti di imposte, tributi e tariffe, che rispetta il Patto di Stabilità Interno e che consente all’Amministrazione Comunale di pianificare una serie di interventi ritenuti “indispensabili” in fase di programmazione. Abbiamo, infatti, reperito i fondi necessari per la manutenzione ordinaria delle strade comunali, per la segnaletica stradale, per il piano del traffico, per l’arredo urbano. Abbiamo svincolato il 70% dei fondi derivanti dagli oneri di urbanizzazione, pari a circa 140.000 euro, che saranno interamente investiti in opere pubbliche».Particolare attenzione alle scuole, dove si sono recuperati fondi per la manutenzione ordinaria, mentre per quella straordinaria: «Stiamo predisponendo –dice Squillaci- la documentazione necessaria per richiedere un finanziamento che ci consenta di realizzare gli interventi strutturali necessari. Abbiamo, inoltre rispettato l’impegno assunto, istituendo un fondo per la legalità che servirà a promuovere importanti iniziative attraverso le scuole e le associazioni operanti sul territorio». Nel settore del commercio sono stati stanziati fondi a sostegno delle attività fieristiche e per la promozione delle attività produttive, mentre, non sono stati investiti somme ingenti nel settore del turismo e dello spettacolo. Per la “determinazione Aree e fabbricati da destinarsi alla residenza delle attività produttive e terziarie” la minoranza si è astenuta, mentre, ha trovato tutti concordi il “Programma triennale dei lavori pubblici” approvato unanimità. Voti contrari della minoranza per la “Determinazione aliquota Ici per l’anno 2009, aliquota addizionale Irpef per l’anno 2009, determinazione tariffe servizio idrico, servizio smaltimento rifiuti solidi urbani” e “l’Approvazione Piano immobili comunali, non strumentali all’esercizio di proprie funzioni istituzioni, suscettibili di alienazione e/o valorizzazione”. «Per quanto riguarda l’uso degli immobili comunali – ha proposto il consigliere di minoranza Ientile- si potrebbero affittare a terzi o la vendita, destinando il ricavato per la realizzazione di qualche opera pubblica».

ANNALISA COSTANZO

Annunci
Posted in: Archivi