Bovalino: Divieto di Balneazione, ignari i bagnanti

Posted on giugno 21, 2009

2


CALABRIA ORA 21 GIUGNO 2009
BOVALINO- Divieto di balneazione. E’ questa la conclusione a cui è giunta la Delegazione di Spiaggia di Bovalino a seguito di un sopralluogo effettuato nelle acque del mare antistante la città dove, gli uomini della guardia costiera del comandante Pittelli hanno rilevato la presenza di sostanze inquinanti ritenute altamente nocive alla salute pubblica. La raccomandata via fax, inviata dal Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti – Delegazione di Spiaggia è stata protocollata dal comune di Bovalino giorno 16 giugno ma, nessun divieto è stato esposto nella spiaggia bovalinese, che, come era prevedibile ieri è stata presa d’assalto dai bagnanti, tra i quali tanti bambini. «Nell’ambito di un’attività di prevenzione all’inquinamento, questa Autorità Marittima –scrive la Delegazione di spiaggia di Bovalino- ha constatato a circa tre metri dalla battigia nelle acque antistanti il lungomare la presenza di schiuma e di corpi solidiCalabriaOra210609 galleggianti che, da un esame puramente estetico-visivo sembrerebbero di origine fognaria». Per queste motivazioni, la Delegazione di spiaggia, ha “invitato” l’amministrazione comunale bovalinese a provvedere con la massima consentita urgenza, al fine di scongiurare danni alla salute pubblica, alla delimitazione del tratto di mare temporaneamente non idoneo alla balneazione e la contestuale apposizione della relativa cartellonistica indicante il divieto di balneazione. A cinque giorni però, dall’importante richiesta dell’autorità marittima, nessun avviso di divieto è stato affisso, e i cittadini all’oscuro hanno continuato a farsi i bagni. «Considerato che – scrivono adesso i consiglieri di minoranza, in un’interrogazione al sindaco Zappavigna- questa amministrazione comunale non ha inteso adottare alcun provvedimento in merito, nonostante le sollecitazioni espresse dai consiglieri di minoranza e dalla stessa Autorità Marittima, – chiede l’opposizione- di conoscere le motivazioni che hanno impedito, anche in via precauzionale, l’adozione di misure tese a salvaguardare la salute dei cittadini e l’attuale situazione relativa allo stato della condotta fognaria e della depurazione degli scarichi; nonché le iniziative e i provvedimenti che l’amministrazione intende adottare nell’immediato, per garantire le condizioni di balneabilità delle acque marine durante il periodo estivo e scongiurare il rischio di possibile inquinamento futuro». Il problema della balneabilità a Bovalino dura ormai da anni, e diventa un’emergenza nei giorni in cui il mare è agitato. Un problema questo anche facilmente risolvibile dal momento che, tutti gli organi preposti sono a conoscenza delle cause di inquinamento che è: L’impianto fognario di Bovalino, nel torrente Careri, dove c’è un sistema di pompe che hanno la funzione di aiutare i liquami di Bovalino e Benestare a muoversi lungo la condotta, per andare a finire nel depuratore di Bianco, non funziona, e cosi i liquami riversano direttamente nel mare di Bovalino, inquinandolo.
Annalisa Costanzo

Annunci